LASCIATE CHE I CLIENTI VENGANO A ME!

 Il passaparola dipende dalla reputazione di cui noi, amministratori condominiali, godiamo nel nostro ambiente lavorativo.

Hai una buona reputazione sul mercato se sei in grado di:

  • Ottimizzare il tuo studio nel migliore dei modi per ottenere standard di servizio elevati. 
  • Comunicare efficacemente con i tuoi potenziali clienti affinché comprendano il motivo per cui dovrebbero rivolgersi a te. 

Il passaparola è fondamentale per attirare nuovi clienti. Può essere positivo, se lavori bene, o negativo, se non riesci né a comunicare in maniera adeguata, né ad ottimizzare il tuo lavoro. Purtroppo, nel nostro settore può capitare che sia negativo anche quando lavori bene. E la reputazione negativa corre molto più velocemente rispetto a quella positiva.

Ti è mai capitato di ricevere un feedback negativo, nonostante ti fossi fatto in quattro?

A volte, ci preoccupiamo poco di come il nostro studio possa essere proposto a potenziali clienti, di come la descrizione dei nostri servizi stia passando da un cliente all’altro. Il passaparola può risultare rischioso proprio per questo.

Ottieni più strumenti per gestire meglio il tuo lavoro ENTRA GRATUITAMENTE nella nostra Community per gli Amministratori

Inizia a controllare ciò che viene veicolato, perché da quello dipende la qualità della tua reputazione!

Oggi, a causa della sua lentezza, il passaparola non è più così efficace: se vuoi fatturare di più, acquisire clienti più rapidamente, ti richiederà troppo tempo. Ora come ora, il mondo va troppo veloce per poter continuare a basare la nostra attività soltanto su questo mezzo. Se aspetti che il potenziale cliente arrivi in studio, con la speranza che qualcuno possa parlare bene di te, allora non sarai tu a controllare la tua attività e, inevitabilmente, sarai fregato. Il passaparola non ti consentirà di comandare il tuo business, gestire la tua pianificazione di fatturato, perché, basandoti solo su quello, non saprai mai quanti clienti ti entreranno a fine anno. Andrai avanti a caso. 

Noi tutti siamo costantemente sottoposti ad una miriade di bombardamenti mediatici: richieste di tutti i tipi, strumenti di tutti i tipi, internet, messaggi. La soglia di attenzione, la concentrazione dei nostri clienti è quindi molto bassa. I condomini, finché non hanno un problema da risolvere, non fanno riferimento all’amministratore. Se non sei in grado di contraddistinguerti rispetto alla “concorrenza”, non attirerai mai la loro attenzione.

Se non puoi permetterti di basare il tuo business solo ed esclusivamente sul passaparola, puoi comunque imparare a governarlo, affinché diventi più efficace dal punto di vista del fatturato. Per riuscire nel tuo intento, devi favorire la relazione tra te, amministratore condominiale, ed il tuo potenziale cliente. 

Come?

Ottieni più strumenti per gestire meglio il tuo lavoro ENTRA GRATUITAMENTE nella nostra Community per gli Amministratori

Se non sai rispondere, è perché, probabilmente, non lo stai facendo. Ti stai limitando a correre dalla mattina alla sera, sperando che ti arrivi una qualche richiesta di preventivo. In situazioni come questa, arriverai a scegliere un condominio poco profittevole, in virtù della tua dipendenza dal bisogno di avere quel cliente. Perciò, il tuo compito è quello di iniziare a relazionarti con i tuoi potenziali clienti in maniera efficace, per diventare un punto di riferimento, per loro, nel campo dell’amministrazione condominiale. 

Favorita la relazione, devi generare una reazione. 

Generare una reazione vuol dire fare in modo che le persone si ricordino di te. Vuol dire distinguersi dalla massa. Vuol dire che quando le persone parleranno di te a qualcuno, quel qualcuno penserà che tu possa fare esattamente al caso suo. 

Quali sono le azioni che compi quotidianamente per fare in modo che le persone si ricordino di te?

Non puoi continuare a fare quello che fanno tutti e, al contempo, sperare che siano i clienti a venirti a cercare. Catturerai la loro attenzione solo se riuscirai a contraddistinguerti: impegnati affinché questo accada, affinché siano i condomini stessi a venire da te. Più importante, fai in modo che ti cerchi chi è più utile per te. 

Per rimanere impresso nella memoria delle persone, devi valorizzare la tua differenza. 

Come valorizzi la tua differenza? Perché un condomino dovrebbe scegliere te, piuttosto che un altro?

Se la tua stessa risposta è talmente tanto generica da non convincerti, non riuscirai mai a convincere un potenziale cliente. Potresti anche essere l’amministratore migliore del mondo ma, se non sei in grado di valorizzare ciò che ti contraddistingue dagli altri, non andrai da nessuna parte. 

Perciò, mettiti in moto per riuscire ad attirare l’attenzione delle persone. Impara ad arrivare a chi ti interessa!

Ricordati una cosa. Non potrai di certo attirare l’attenzione del tuo potenziale cliente, se sei tu il primo a non sapere cosa voglia dire, per te, fare la differenza. Se non sei in grado di attirare la sua attenzione, non avrai alcuna speranza, perché quel condomino non ti prenderà neanche in considerazione. 

Al contrario, se sai come contraddistinguerti, sei consapevole dei clienti che vuoi, sei in grado di comunicare con loro efficacemente e riesci a veicolare il passaparola nella direzione da te desiderata, potrai permetterti di attirare l’attenzione di quei potenziali clienti che ti interessano realmente. Così, saranno loro i primi a rivolgersi a te ed a considerarti come punto di riferimento del settore. 

Sarai tu a scegliere i clienti in entrata, a veicolare la qualità di arrivo, ma solo quando sarai consapevole di tutto questo. 

Inizia quindi a favorire la relazione tra te e il tuo potenziale cliente. Cerca sempre di contraddistinguerti, valorizza la tua differenza, per far comprendere alle persone il motivo per cui dovrebbero scegliere te rispetto a tutti gli altri amministratori condominiali. 

In bocca al lupo! 

Ottieni più strumenti per gestire meglio il tuo lavoro ENTRA GRATUITAMENTE nella nostra Community per gli Amministratori